Benvenuti nel mio Blog

Donec congue, neque at interdum vulputate, lectus tortor rutrum nisi, quis auctor elit dui quis enim. Phasellus leo lectus, ultrices vel vestibulum sed, ultrices eget sapien. Praesent imperdiet purus nec vestibulum sagittis. Suspendisse id risus sagittis, pharetra nisi vitae, tincidunt nulla. 

Cupressus Sempervirens “Peroni”

La storia di questo cipresso inizia con la sua entrata nel mio giardino nel 2017, dopo averlo acquistato dal caro amico Stefano. Pur non avendo una corteccia spessa e scura come in altri cipressi toscani, vengo attratto dalle quel tronco ben dimensionato e dalla salute della vegetazione.    La squama è di un bel verde e non ci sono tracce di malattie.    I rami sono ben dimensionati. Troppo spesso si vedono piante con rami appena nati su tronchi molto vecchi. Avere rami primari ben dimensionati rendono il cipresso più apprezzabile.   Alcuni di loro hanno la famosa “attaccatura a cipolla” ovvero la parte iniziale del ramo di forma sferica. Il problema principale sta nella minore stabilità in caso di piega. La zona risulta quindi più fragile alle sollecitazione per cui consiglio sempre di proteggere bene e non forzare mai la piega in quel punto.   Nella parte alta del tronco troviamo la generosa capitozzatura che ha dato luogo già a un piccolo Shari. Sicuramente dovremo lavorare per far sparire il taglio e allargare lo Shari in seguito anche al ritiro di linfa che si verrà a creare naturalmente.   Decido di approfittare della dimostrazione al congresso IBS 2018 a […]

Arcobonsai 2022

Il mio bonsai di Thuia sul manifesto del prossimo Arcobonsai 2022

Juniperus Chinensis

Il ginepro di questa lavorazione è un bonsai che seguo dal 2009, nel momento in cui sono entrato a far parte dello staff dell’azienda Franchi Bonsai di Pescia (Pt). La foto ritrae il ginepro qualche anno prima del mio arrivo.   Fin da subito, il mio lavoro fu quello di occuparmi delle piante ospitate nel Museo e ben presto la mia attenzione cadde su questo esemplare di Juniperus Chinensis. La crescita degli ultimi anni aveva chiuso tutte le spaziature al punto che la vegetazione interna, non ricevendo una adeguata illuminazione, si stava indebolendo. Ecco la pianta prima di essere lavorata nel 2009   La prima cosa da fare era dunque una bella pulizia e sfoltita della vegetazione, ricorrendo all’uso del filo solo allo scopo di aprire la ramificazione e dare aria e luce alla chioma. Finito il lavoro, il bonsai mette in evidenza un bel tronco con due vene linfatiche belle gonfie che, salendo lungo il tronco, si riuniscono solo nella parte più alta. Il colore della vegetazione è di un bel verde scuro, segno di una chioma forte e vigorosa. Risulta più debole solo il primo ramo a causa di un precedente attacco parassitario già debellato. Con lo sfoltimento […]

Cupressus Sempervirens “Arcobonsai”

Un cipresso per Arcobonsai. Credo che in tutti questi anni non abbia mai acquistato una pianta scegliendola solo dalla foto. Proprio non ci riesco!  Ho bisogno di vederla, toccarla, girarci intorno per innamorarmi e decidere se darle il benvenuto nella mia collezione. Quando nel 2019 un caro amico mise in vendita questo cipresso su un social, la curiosità di “conoscerla meglio” fu tanta.     Dopo poche ore ero già davanti al cipresso che mi  conquistò subito da alcuni particolari: Un bel nebari di generose dimensione e la scura corteccia sul tronco, impreziosito dal legno secco già vecchio. La mancanza di movimento era compensata dalla presenza di particolari che avrebbero assicurato una composizione con una notevole sensazione di vetustà. Il tronco dritto ma caratterizzato da un vecchio shari si chiude con alcuni rami di dimensioni accettabili. La vegetazione infine, forte e vigorosa, testimonia la perfetta salute del cipresso. Di li a poco la pianta era già a casa mia! Non prendo mai decisioni affrettate e tutte le piante appena arrivate vengono semplicemente coltivate per almeno un anno. Questo cipresso non fa eccezione e quindi se ne starà tranquillo per un pò a crescere e ad ambientarsi. Ogni volta che ci […]

il “Cipressone”

Adoro i cipressi! Oltre a essere l’albero tipico della mia amata Toscana, vedo in questa essenza il giusto connubio tra forza ed eleganza. Il suo odore inconfondibile, il suo colore verde cupo e la corteccia grigia e rugosa sono gli elementi che rendono il cipresso la mia essenza preferita. Ho comprato questo cipresso nel 2007 da un carissimo amico. Non fu certo il recipiente dove era stato coltivato ad attirare la mia attenzione ma piuttosto il grande e vecchio tronco con la sua bellissima zona di legno secco. La vegetazione, fatta crescere liberamente, testimoniava l’ottima salute della pianta.     Dal tronco grosso e compatto partivano due rami di generose dimensioni che però creavano una antiestetica forcella. il ramo in alto a destra era particolarmente lungo e cilindrico e la vegetazione presente era molto distante. Discorso diverso per il ramo in basso a sinistra che presentava una ricca vegetazione anche vicino al tronco. Inizio proprio con l’accorciamento di quest’ultimo ramo attraverso l’uso di un normale seghetto. Successivamente passo al ramo in alto scorciandolo con una fessuratrice in modo da mettere in evidenza le fibre del legno e creare un effetto naturale. Al suo posto lascio solo un piccolo Jin   […]

BOSSO IN STILE DOPPIO TRONCO

Riprendo e aggiorno la lavorazione sul bosso già descritta in un precedente articolo: https://www.francescosantini.it/it/bosso-in-stile-doppio-tronco/   Nel 2017 il lavoro era infatti arrivato fino a questo punto:   Nel 2019 decido di riordinare la chioma di questo bonsai. Negli ultimi due anni la vegetazione è cresciuta e si è infittita. Le due chiome risultano poco spaziate tra loro e allora si decide di abbassare la chioma della pianta più piccola in modo da creare una spaziatura piu’ definita tra i due alberi. A questo scopo utilizziamo una barra metallica che funge da ancoraggio per un tirante. Il bosso non ha rami elastici per cui lo spostamento di rami già grossi risulta spesso faticoso e millimetrico. Consiglio sempre di operare per gradi facendo piccoli spostamenti periodici, stringendo il tirante a più riprese nell’arco dell’anno. Un aspetto che ho scoperto negli ultimi anni è il piacere di far lavorare gli allievi (ma soprattutto amici) sulle mie piante. Sono sempre stato geloso dei miei bonsai ma devo dire che con il tempo ho sempre più piacere nel condividere le mie lavorazioni con gli amici e talvolta ad affidargliele del tutto. È il caso di questa lavorazione che affido ai carissimi Gimmi e Andrea. Solo […]