Benvenuti nel mio Blog

Donec congue, neque at interdum vulputate, lectus tortor rutrum nisi, quis auctor elit dui quis enim. Phasellus leo lectus, ultrices vel vestibulum sed, ultrices eget sapien. Praesent imperdiet purus nec vestibulum sagittis. Suspendisse id risus sagittis, pharetra nisi vitae, tincidunt nulla. 

BOSSO in stile doppio tronco

Il bosso di questa lavorazione è entrato a far parte della mia collezione nel 2009, acquistato da un amico dopo qualche anno dal suo espianto. Come sempre, aspetto almeno un anno prima di iniziare qualunque lavorazione. Un tempo necessario a mio avviso a conoscere non solo lo stato reale della pianta ma anche a coltivarla in funzione delle lavorazioni successive. Ad aprile 2011 organizzai presso il mio laboratorio il “Buxus day”: una giornata in cui invitai i miei amici bonsaisti per lavorare su 8 esemplari di bosso che facevano parte della mia collezione. La pianta di questo articolo si presentava così:   Un particolare del suo “muscoloso” nebari.   Le lavorazioni furono solo pretesto per passare del tempo insieme agli amici e il lavoro svolto fu essenzialmente quello di pulizia e selezione della ramificazione. In questa fase si decise subito di muovere e abbassare i rami prima che i diametri degli stessi  rendessero impossibile questa operazione. Il legno del bosso è molto duro e ostico alle grosse pieghe. I rami vanno posizionati prima che diventino troppo rigidi. A parità di diametro con altre essenze, la modificabilità dei rami del bosso è notevolmente inferiore.   Dal giorno dell’espianto la pianta non era mai stata […]

Juniperus Chinensis var. Itoigawa

Mi è sempre piaciuta questa ceppaia di ginepro! La presenza di molti tronchi leggeri e la bellissima vegetazione dell’itoigawa fanno di questo bonsai un esemplare molto affascinante. E’ presente da molti anni all’interno del Museo Costantino Franchi di Pescia. Nel 2009 il ginepro si presentava così:   Fronte   Lato sinistro   A dicembre dello stesso anno procedo alla prima lavorazione. Le masse vegetative non sono ancora molto dense e folte, ma è comunque arrivato il tempo di un riordino della vegetazione. In questa lavorazione, dopo l’usuale pulizia, l’obbiettivo principale è la selezione e riapertura della vegetazione. Il tutto avviene senza cambiare sostanzialmente il carattere e la forma del bonsai. Quello che mi interessa mettere in evidenza è il carattere e la personalità di ogni singolo tronco per ottenere quello che è l’obiettivo vero: l’armonia dell’insieme.   Ecco il risultato finale:   I singoli ciuffi vengono aperti e posizionati a formare palchi e sottopalchi fogliari.   Un particolare del nebari e dei tronchi.   Il ginepro nel 2010 e nel 2011. I palchi cominciano a gonfiarsi!   Nell’ aprile 2012 procedo al rinvaso. A tal proposito scelgo un vaso a fior di loto della stessa larghezza del precedente ma di altezza […]

Ginepro Chinensis

Il lavoro su questo ginepro chinensis var. Kaizuka di proprietà dell’azienda “Franchi Bonsai” è iniziato nel 2012, dopo un anno dal suo arrivo. Il tronco di questo bonsai è alquanto anomalo. Scende dritto verso il basso e, dopo due curve di cui una a gomito,  risale vicino e parallelo alla parte discendente. I rami sono presenti solo nella parte finale del tronco e la presenza di vecchi shari conferiscono un po’ di movimento alle zone più cilindriche e dritte. La vegetazione non è delle più pregiate. La varietà Kaizuka ha una spiga tendenzialmente lunga e poco turgida e inoltre vira velocemente ad ago. Ecco il bonsai a marzo 2012 prima di essere lavorato per la prima volta   Fronte / Retro   Lato destro / Lato sinistro   La prima fase è la pulizia della chioma, dove viene eliminata tutta la vegetazione debole e pendula. Segue la pulizia della corteccia e la rifinitura degli shari. Una volta eseguito tutto questo non resta che passare alla potatura selezionando i rami utili al progetto. Pur essendo già presente una struttura di rami ben delineata è necessario sfoltirne sia il numero sia la densità.   Pulizia della vegetazione:   Pulizia della corteccia, applicazione del liquido Jin e potatura di […]

BONSAI NIGHT VII – 5/6 Agosto

Anche per quest’anno non poteva mancare il consueto appuntamento con la BONSAI NIGHT….dal tramonto fino all’alba ci siamo ritrovati nel mio laboratorio per lavorare le nostre piante, scherzare e mangiare insieme. Dalle 21 alle 7 del mattino insieme facendo quello che ci piace fare. La ricetta è sempre quella….la più semplice: dei buoni amici, il bonsai, e la voglia di condividere in allegria questa nostra passione….nel silenzio della notte! Un grazie di cuore a tutti gli amici che hanno partecipato!

Cipresso “Molto chic!”

Solo chi ha conosciuto Mario sa che “Molto chic” non è un’ autocelebrazione di questa pianta ma una frase di rito (quasi un tormentone!) che questo caro amico diceva fino alla noia. Oggi Mario non c’è più, ma il suo ricordo è ancora molto vivo in me. Proprio per questo motivo ho deciso di chiamare questo cipresso “Molto chic”!…in suo onore! Questo cipresso, che era di sua proprietà, l’anno scorso è entrato a far parte della mia collezione. Una pianta semplice ma che mi ha attirato per la presenza di un doppio tronco. Dopo un anno di coltivazione e crescita libera, decido di lavorarlo in occasione del concorso per istruttori ad Arcobonsai. Ecco il cipresso visto dai quattro lati:   Fronte / Retro     Lato Destro / Lato Sinistro   Alcuni particolari del tronco. Movimenti morbidi ma anche qualche piccola rigidità che conterò di mascherare con l’inclinazione, la realizzazione di alcuni shari e il posizionamento di alcuni rami.   La vegetazione forte mi assicura un adeguato stato di salute.   Ci siamo! Per questa lavorazione ho chiesto l’aiuto un carissimo amico: Gimmi Maccioni. E’ alla sua prima esperienza in una lavorazione del genere. Gli faccio un grande “in bocca al lupo”….ma tanto […]

Cambio di abito: da Juniperus var.Formosana a Juniperus var.Itoigawa

Dopo diversi anni di attesa è arrivato il momento della lavorazione di un ginepro formosana (comunemente conosciuto come ginepro Taiwanese) innestato con un ginepro chinensis var. itoigawa. Il ginepro entra nella mia collezione nel 2006 dopo averlo ricevuto come premio alla mostra KOKORO-NO BONSAI TEN di Napoli. Si tratta di una pianta con un bellissimo tronco fino a circa metà della sua altezza, per poi finire con un tratto cilindrico molto grosso. La vegetazione è forte ed è testimone della perfetta salute del bonsai.   Ecco il ginepro dai quattro lati:   Il tronco si presenta movimentato nel primo tratto e il nebari comprende un’appendice legnosa che rappresenta ciò che resta di una seconda pianta non più esistente.   Ogni pianta che entra nel mio giardino viene coltivata e preparata adeguatamente per almeno un anno prima di ogni lavorazione. I primi mesi del 2008, in vista di un workshop, effettuo le operazioni preliminari: pulizia della corteccia e della vegetazione, evidenziazione delle parti secche e creazione di nuovi shari. Il ginepro pronto per essere lavorato:   Particolare del legno secco e degli shari:   La decisione è drastica: tagliare tutta la parte superiore in modo da abbassare la pianta e eliminare la parte […]